Cimici dei letti | Emmada
Emmada Cimici dei letti

Cimici dei letti

La cimice dei letti è un piccolo insetto che allo stadio adulto è di colore rosso ruggine e misura circa 5 mm di lunghezza. Lo sviluppo si articola negli stadi di uovo, neanide (diverse età) e adulto. In tutti gli stadi di sviluppo la specie, attiva prevalentemente di notte, si nutre di sangue che ricava dall'uomo e da diverse specie di animali a sangue caldo (cani e gatti). L’individuazione dell’ospite avviene attraverso specifici recettori situati sugli organi sensoriali dell’insetto i quali permettono di captare calore e emissioni chimiche (anidride carbonica, acidi grassi, ecc.) derivanti dal metabolismo dell’ospite.

Lo sviluppo della specie e quindi l’andamento dell’infestazione è strettamente relazionato all'umidità e alla temperatura dell’ambiente. Ambienti abitativi con condizioni microclimatiche normali sono assolutamente idonei alla proliferazione della specie.

Nelle abitazioni l’infestante viene tendenzialmente introdotto attraverso bagagli e/o effetti letterecci (cuscini e materassi) o mobilia (montanti dei letti, comodini, ecc.) infestati. Una volta introdotto nell'ambiente, l’infestante, in presenza di ospiti idonei, genera svariate generazioni con il conseguente insorgere, a carico degli occupanti dell’ambiente, dei tipici sintomi della dermatite indotta da cimici.

Nelle abitazioni la diffusione dell’infestante è di tipo passivo, ossia a mezzo di coperte, cuscini, abbigliamento, ecc, o più sporadicamente di tipo attivo; di conseguenza l’infestazione oltre ad interessare le camere da letto può estendersi ad altri locali in particolare se in questi ultimi ci siano divani e poltrone.

Emmada è pronta a valutare ogni situazione e ad attuare le necessarie misure di bonifica anche attraverso l'impiego di mezzi fisici.

Come combattere le cimici